Come funziona il self publishing

Quali sono i passi per poter produrre un libro auto pubblicando? In questa guida scopriremo come conviene muoversi e quale azione intraprendere prima e quale dopo.

È essenziale, ma è un qualcosa che ognuno può immaginare, che per prima cosa si scriva l’opera che si intende pubblicare. Altrimenti staremmo parlando del nulla.

 

Scelta dell’editore

Una volta che il dattiloscritto è pronto, si può procedere alla fase d’individuazione della casa editrice che più si addice alle nostre esigenze. Non sono così tanti i self publishing italiani, ma sono sufficienti a offrire un panorama ampio di concorrenza, quindi di servizi sempre più innovativi e di prezzi via via più competitivi. I principali sono Ilmiolibro, Youcanprint e Self.

Il consiglio principale è di cercare, oltre alla convenienza, la serietà e la trasparenza che permeano un editore in self, di modo da non trovare sorprese spiacevoli in corso d’opera. Accedete ai siti, se volete parlate pure con un operatore e ottenete in anticipo ogni informazione che credete possa essere utile. Meglio essere paranoici in partenza, che sentirsi presi in giro in seguito.

 

Revisione

C’è chi è convinto che l’opera debba essere già perfetta prima di contattare l’editore, e di inviargli solamente il file definitivo assieme al contratto firmato. Io credo che ci siano delle potenzialità nascoste dietro le case in self publishing che vadano studiate e comprese, se non proprio utilizzate. Tutti gli editori in self sono soliti offrire un servizio di editing e di correzione delle bozze, svolto spesso da società esterne specializzate nel settore. Alcune di esse, a volte, effettuano delle promozioni sui servizi aggiuntivi, tipo quelli appena citati, ad esempio li regalano con acquistando un certo numero di copie o effettuano degli sconti sottoscrivendo un pacchetto di servizi.

A riguardo, un consiglio che bisogna prendere come oro è di far rivedere sempre le proprie opere, in quanto gli errori nel testo ci sono sempre e inficiano sul risultato finale. Inoltre, scrivere in italiano corretto non è facile, spesso si tende a dimenticare le regole grammaticali che fanno fare brutta figura. Se non abbiamo nessun amico che possa correggere criticamente l’opera, fatelo fare alle case editrici. Pagherete qualcosa, ma ne varrà sicuramente la pena.

 

Impaginazione

Una volta corretto il dattiloscritto, anche dal punto di vista contenutistico, siete pronti a dare una prima impaginatura, anche con programmi non professionali come Word o OpenOffice, giusto per intuire il numero di pagine indicativo che comporrà il libro. Il self publishing mette a disposizione un preventivo che calcola il prezzo di stampa per le proprie opere in base al numero di pagina. Dieci pagine in più o in meno, moltiplicate per le prime cento copie, fanno sbalzare il preventivo rispetto a quello che si poteva immaginare. Ecco perché il preventivo va richiesto dopo, solo quando l’opera è completa, e non prima.

Sarà anche una pratica brutta, ma potete richiedere l’editing a un editore e poi pubblicare il libro con un altro, sfruttando la convenienza dei servizi. Ripeto, sarà brutto, ma il cliente che paga non è obbligato a rispondere di nulla.

 

Copertina

Bisogna a codesto punto pensare al paratesto, in particolare alla copertina, l’elemento, cioè, che è complementare al contenuto e che serve a contornare il libro della grafica e delle informazioni necessarie a rendere l’opera accattivante, capace quindi di attirare l’attenzione del lettore e di essere acquistato.

Anche qui le case editrici aiutano gli autori che non riescono a realizzare la copertina da soli, attraverso la collaborazione tramite dei designer professionisti, che eseguono le direttive impartite dal committente. Investire dai 50 ai 100 euro per una bella copertina è un ottimo affare, in vista dei ricavi che ne seguirebbero. Più la copertina è affascinante, più essa farà vendere. È vero che è il contenuto la vera essenza di un libro, ma è vero anche che in libreria, quando il cliente non ha un’idea precisa di che libro acquistare, si incuriosisce davanti a un bel titolo o a una bella immagine. Su mille libri presenti, ne sfoglierà una decina al massimo; se il nostro libro è tra quei dieci, è solo merito del paratesto.

 

Contratto

Ottenuto il preventivo migliore, si passa alla stipula del contratto, all'interno del quale vengono riportati i dettagli del rapporto autore-editore, nonché le clausole che li vincolano. Esse tendono il più delle volte a tutelare gli interessi dell’editore, e lo fanno quasi sempre in maniera subdola. Per fortuna, essendo il self publishing un’attività per definizione vantaggiosa per l’autore, il quale è al contempo l’editore di sé stesso, le postille sono più benevole di quelle dell’editoria classica. Se ciò non dovesse bastare a garantire una buona dose di tranquillità, si pensi al fatto che i diritti dell’opera rimangono in mano all'autore, che è padrone di chiudere il rapporto con l’editore e di pubblicare la stessa opera con uno nuovo in qualsiasi momento.

 

File definitivo

Il passo successivo è il concordamento del file definitivo, che non può più essere modificato. Perché l’editore possa apporre il codice ISBN e, quindi, procedere con la stampa, ha bisogno del classico VSS, il Visto Si Stampi, che deve essere comunicato in forma scritta, preferibilmente tramite e-mail, di modo da non creare equivoci e mantenere una prova tangibile della volontà dell’autore, che con una comunicazione tramite telefono non si può avere. Nel caso della versione digitale, dell’e-book, non ha senso chiamare l’autorizzazione Visto Si Stampi, in quanto non c’è nulla da stampare; si chiama VSP, Visto Si Proceda.

 

Quantità

Se non lo si è fatto in precedenza, bisogna concordare con l’editore il numero di copie da stampare, in quanto il prezzo unitario diminuisce con l’aumentare delle copie prenotate. Si conferma il preventivo accordato e si procede al pagamento anticipato, tramite bonifico o pay pal o bollettino postale (si accetta in genere anche il contrassegno, ma vengono addizionati dei supplementi).

 

Consegna

Nel giro di una decina di giorni lavorativi, a seconda del carico di lavoro della tipografia, del periodo dell’anno e delle copie richieste, i libri ordinati saranno pronti e perverranno all'autore tramite corriere privato.

 

SOCIAL

Seguici sui social networks

Partner

BLOG del Self Publishing
     il mondo dell'auto-pubblicazione
Sito Autore
   realizza la tua pagina web
Buonissimo
  ricette semplici e buonissime

CONTATTACI

Ind: C/ Nuestra Señora del Pilar, 15 b/b 28100 Alcobendas (Madrid)
Skyp: libroventura
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cel: +34 691 03 13 51
Top